Turismo Umanitario

Pubblicato: 26 giugno 2018 in Uncategorized

https://www.avvenire.it/mondo/pagine/libia-inferno-un-milione-profughi-intrappolati

Avvenire, organo ufficiale della corrente buonista del partito comunista leninista operaio per l’egemonia sulla terra e su Marte.
Un reportage che descrive i resort in Libia. In breve, i migranti leggermente accaldati per il viaggio sui mezzi africani (non so se sapete che le autolinee nigeriane hanno condizionatori di vecchia generazione) vengono accolti con un cocktail di benvenuto alla papaya.
Dopo le procedure di check-in viene assegnata loro una stanza che purtroppo spesso e doppia, viste le richieste in alta stagione. Solo poi il cinquanta per cento delle sistemazioni ha il bagno privato in camera. Con l’aiuto dell’Italia si pensa comunque di adeguare le strutture ricettive nel giro di un anno, massimo sue. Nel progetto sono stati coinvolti gli esperti del club Med e una delegazione direttamente da Masterchef per la ristorazione.
Il governo libico tiene infatti molto all’alimentazione e raccomanda in questo periodo di bere molta acqua, preferire la frutta di stagione ed evitare le ore più calde.
Gli ospiti dopo avere effettuato le procedure di pagamento delle crociere, secondo il metodo più congeniale, devono ahimè attendere lunghi periodi la disponibilità di cabine sulle navi in servizio nel mar Mediterraneo. La cantieristica non ha infatti potuto farsi trovare preparata alla richiesta di turismo umanitario e le attese possono arrivare anche ai due anni.
Dispiace comunque notare la non adeguatezza delle strutture ricreative come campi da tennis, piscine, cinema e teatri che possano aiutare durante il soggiorno. Su questo prima Minniti e ora Salvini hanno espresso il loro rammarico, garantendo un intervento tempestivo da parte dei nostri governi.

Ragazzi leggendo queste pagine mi sono fatto davvero schifo da solo. Siamo tutti complici di un genocidio che sta diventando sempre di più simile a Quello nazista. Simao tutti complici di questo schifo, ogni volta che ci beviamo le fesserie che leggiamo.
Bello pensare ai migranti con la valigetta piena di soldi che attraversano il deserto per pagarsi il biglietto verso l’Italia. Brutto scoprire l’ovvio, ovvero che si tratta di riscatti estorti a intere comunità di amici e parenti.
Bello pensare che la guardia costiera libica abbai salvato quelle ottocento e più persone di cui parla gongolante Salvini sottraendole alle perfide ONG. Di quelle persone rimane probabilmente ben poco. Forse per chi ci crede la loro anima. E spero che da dove sono ci perdonino per tanta ignoranza.
Tutti.
Anche me.

commenti
  1. gaberricci ha detto:

    Secondo me il punto sai qual è? Che noi pensiamo al viaggio solo come turismo, ci siamo dimenticati della sua connotazione vitale . Per noi, le cose dovrebbero andare come quando vogliamo andare in Vietnam a fare una crociera sul Mekong: andiamo all’ambasciata, prendiamo il visto, saliamo sull’aereo e partiamo. Non ci passa nemmeno per l’anticamera del cervello che questo turismo umanitario, come lo chiami tu, possa partire da luoghi dove non esistono, o è come se non esistessero, aeroporti ed ambasciate, ma nemmeno uffici anagrafe e stazioni degli autobus.

    Il nostro razzismo deriva dal fatto che siamo SCHIFOSAMENTE fortunati.

  2. tonyborghesi2005 ha detto:

    Resto fermo nella mia opinione che debbano essere aiutati nei loro paesi. Una volta avevamo i Missionari che io, da buon ateo apprezzo moltissimo per lo svolgimento del loro lavoro umanitario forse un po’ meno per l’indottrinamento, ma che fanno senz’altro un ottimo lavoro per quanto riguarda l’istruzione e la sanità. Lo so benissimo che è molto difficile fornire aiuti a chi poi li utilizza a proprio comodo ma, forse, se fornissimo di più materiale e quattrini le missioni già esistenti potremmo magari risolvere una parte del problema. Chissà?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...