Memoria

Pubblicato: 28 gennaio 2017 in Uncategorized

La memoria che dovremmo condividere e tramandare non è il sistematico massacro di diversi, di un intero popolo di diversi.
Bisogna invece farsi carico di una verità tremenda, ovvero che le vittime e i carnefici erano – e sono ancora – a noi uguali. Non razze aliene che popolano libri di una storia così lontana da osservare con distacco. Vittime e carnefici erano – sono – i personaggi dello stesso spettacolare manifestarsi del male. Stanno lì a ricordarci che diventare vittima o carnefice è solo un casuale risultato del luogo fisico e temporale che ci ritroviamo a vivere. E bisogna vigilare, osservare con cura le proprie idee separando le spore del male dall’umano.
La memoria dovrebbe farci riflettere quanto simile sia ogni declino culturale, ogni paura di un altro a noi vicino e diverso. E quanto sia complicato ragionare sui fatti e non sulle emozioni di rabbia. Non è facile, non continuiamo a fare proclami densi di mai più, la cura alla fobia è fatica e digrignare di denti, è disciplina e allenamento. Necessita di cultura e di attenzione alla parola, al verbo. E quando un popolo diviene sordo, muta in gregge e quindi branco.
Non umano quindi. Per niente umano quindi.

Annunci
commenti
  1. gaberricci ha detto:

    Non ricordo chi diceva che il martire è invasato quanto il carnefice, è solo la contingenza che lo rende tale. E su tutto il resto sono d’accordo: non c’è nulla di più efficace nel depotenziare il ricordo che renderlo routine.

  2. tonyborghesi2005 ha detto:

    Verissimo. Non si dovrebbe mai abbassare la guardia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...