Gabbiani

Pubblicato: 17 gennaio 2016 in Caffè Letterario

Il mio contributo al Caffè Letterario

Caffè Letterario

«Questo è un mondo logoro signor Leam. Vede questa bruma che sale dal promontorio? Vede? Alle volte spero che ci cancelli definitivamente! Così Puf! E che il giorno ci si risvegli scomparsi dalla storia umana.»Paul si fermò un attimo portando alla bocca la pipa. Guardava oltre lui. Leggeva il volo dei gabbiani e provava a capire il suo destino dalle evoluzioni degli uccelli. Ma quel giorno non comprendeva nulla. Niente! Come se avesse dimenticato l’intero alfabeto materno e le immagini si susseguissero senza una logica. Osservava, e stupito non riconosceva il senso delle cose intorno a lui, per la prima volta da quando era nato.
Il signor Leam provò a scuoterlo dal suo torpore.
«Sempre di buon umore Paul il primo dell’anno! Dicesti lo stesso l’anno scorso e due anni fa.»
«E infatti nulla è mutato da allora, siamo solo più vecchi su questa specie di brutto scoglio. Dimentichiamo noi…

View original post 602 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...