Alienos nutrit es ipsum devorat

Pubblicato: 11 ottobre 2015 in Arpeggio Libero, Soul food to go

E questo è il finale di La nebbia a Edimburgo non c’era. Si chiude il cerchio che aveva aperto Kemonia. La nascita di…
Già! La nascita di chi o di cosa e soprattutto quando?
Il titolo è il motto del genius loci (ricordate Eugenio De Loci?) e questo è un indizio.
Il titolo ha però un errore. Un piccolo refuso che ricorda che la nascitura (perché di femmina si tratta) non conosce né logica né morale. E io, come Quassad, posso solo ammirare le macerie del sepolcro di Zyz sulla linea sottile tra bene e male.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...