Camminare (diciassette)

Pubblicato: 7 dicembre 2014 in Delirii

Come al solito mi fermo sull’incrocio, in attesa del verde del semaforo. Come al solito, ho dalla mia parte la densa necessità di diluirmi nella folla che attraversa questi viali e quest’aria da festa. E non comprendo l’estraneità che avverto verso questo consorziarsi di gente e bambini e cani, diversi solo nel guinzaglio che li ferma a questo luogo.
Giallo sulla direzione ortogonale in marcia: avverte che l’attesa è sul finire. Sebbene io mi nutra di questo aspettare l’evento artificiale che produrrà in me la voglia di avanzare d’un passo alla volta verso la sponda opposta, proprio di questo ho paura adesso. Come se là io debba trovare altro ignoto, altri paradossi per le stantie certezze che mi ostino a pensar vere quando mi porto in giro, camminando su questi viali familiari.
Verde! Ho come un insipida sensazione di vuoto che mi ferma per un istante, mentre un fluire impetuoso di corpi mi sorpassa infastidito dalla mia non azione al verde.
E se fosse questo il metodo che la natura vuole suggerirmi? Analizzare costantemente le ragioni che mi inducono ad attraversare, e a diluire il mio stesso procedere nel fluire armonico della folla. E quando queste ragioni si delineano come insufficienti e perverse, allora trovare la rivolta bloccando e arginando il conformismo del muoversi, ipotizzando altri itinerari.
Per fortuna la piccola mano calda di un bimbo intiepidisce l’incavo del mio palmo, che stringo piano. Per fortuna, sebbene lontano nel tempo, il lieve calore mi rende reale ancora, e voltate le spalle all’incrocio torno a casa a preparar per la sera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...