Le albe

Pubblicato: 17 novembre 2014 in Soul food to go

Lei, ogni santo giorno che Dio mandava in terra aveva quello da fare.
Si alzava prestissimo infilandosi la prima cosa che trovava in giro. Recitava la preghiera da bambina che le aveva lasciato in dote la madre prima di sparire. E si sedeva sulla panca sotto il patio aspettando.

Così accadeva che il giorno appariva a Wittgenstein. Esattamente come accade qui da me. Ma in un altro modo, con altra luce e altri colori.

E dato che il tempo nella vallata non serviva a nulla, lei ci passava giorni su quella panca, annotando con cura albe su albe. Le scriveva nella sua piccola memoria perché lo sapeva che prima o poi le sarebbe tornata utile tutta quella luce. E così è stato. Almeno per me.

Sayonara!

Norah Jones – Sunrise

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...