Home sweet home

Pubblicato: 15 ottobre 2014 in Soul food to go

Adesso lo so che direte che sono quattro cretini, oramai a fine vita.
Che Vince Neil stona da fare schifo.
Che Nikki Sixx ha la faccia da idiota.
Che Tommy Lee è uno spaventapasseri.
Che la spondilite anchilosante di Mick Mars oramai lo rende inquietante.
Dite quello che volete, ma questo pezzo ha dentro la definizione del ritorno a casa e negli anni ha guadagnato in bellezza.
Era il rumore della macchina sulla strada la sera. Il finestrino tirato giù e il caldo buono pre aria condizionata.
E ora è il ricordo amarostico di quei ritorni. Quando davanti avevi strada e cassette piene di sogni ingoiate dai mangianastri.
Per questo anche se apparentemente non me ne frega niente dall’anno prossimo, quando si ritireranno definitivamente, darò via un pezzettino di me. Quel pezzettino che rivorrebbe indietro quella Panda e soprattutto il fruscio magnifico di quella cassetta.
God bless you!

Mötley Crüe – Home sweet home

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...