Esposizione di carogne – parte prima

Pubblicato: 16 maggio 2014 in Palindromi

La storia la fanno i ladri e le puttane. Scavano buche profonde e dentro ci precipitano intere nazioni. Buche profonde scavate a mano da schiavi senza nome: prenderanno solo gli insulti dai precipitati che dal fondo guarderanno le loro facce sporgersi su quel buco profondo come l’inferno.

La storia la fanno i ladri e le puttane e per questo in Italia detestiamo la storia. Ne abbiamo di santi, poeti e navigatori chiusi in pessimi libri che vorrebbero uscire e inondare le nostre vite. Ma noi preferiamo la compagnia di ladri e di puttane. Passiamo con loro sere orribili, pagando dazi esosi. Ed il tutto per raccontare delle loro malefatte, dei loro orgasmi di plastica simulati in squallide auto blu. L’autista guarda lo specchietto e sorride della signora discinta e della mano fugace che finge di accarezzare i seni, ma si proietta rapace sulla collana finto impero in vetro e moplen.

La storia la facciamo noi ed è facile fare il martire o la santa guardando dentro il buco della serratura il festino sadico nella sala dei bottoni. Con la patta già aperta speriamo anche noi nell’elemosina della puttana triste, in piccoli scampoli di vita simulata. E siamo anche convinti che il ladro, quello furbo, intelligente e bello a casa nostra non entrerà mai, più per pena che per rispetto. Perché noi ai ladri ed alle puttane facciamo pena nel nostro paradiso di gomma, tutti intenti a raccontare con belle parole il loro inferno.

La storia l’hanno fatta i ladri e le puttane per noi e adesso facciamo solo code rissose per prendere un treno che ci porterà lontano, dove altri hanno scritto una storia che non è la nostra, fatta di ladri in galera e puttane dentro le vetrine. Roba triste, roba per amatori.

Lontano un ragazzo ed una ragazza guardano partire il treno pieno di ladri e di puttane, non salutano nessuno perché nessuno conoscono. Per fortuna guardarli fa bene, mentre insieme si allontanano tenendosi per mano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...