Sei

Pubblicato: 23 aprile 2014 in Delirii

C’era la strada, il tempo, la verità.
C’era un uomo e una donna, forse un bambino, ma era sera o forse notte. Diciamo che non c’era luce o se c’era la sintesi necessaria l’aveva relegata dentro la fiammella di una candela accesa sotto una madonna sbiadita dentro una edicola in un vicolo.
C’era aria di festa e gente disposta a scendere in strada per stringersi intorno alle vare, dialogare e ammansire furiosi bimbi in pausa da scuola. C’erano parole e stasi di foglie secche e ingiallite su rami stanchi di freddo e di pioggia.
C’erano convegni di anime sparse nelle anse rugose di costiere umide di schiuma di mare.
C’era luna e stelle e suoni di melodie recenti e antiche.
C’erano coacervi inediti di amori, odii e secondi fini mai dichiarati, ma pur sempre visibili ai passanti distratti e purtroppo ignari della realtà del momento.
C’era la storia, la sintassi, la verve feconda che intrappolava se stessa dentro righe e pause quasi mai scontate.
C’era un cielo o forse un mare e un orizzonte che con difficoltà li separava. C’era qualcosa che da quell’orizzonte procedeva verso me, lentamente, quasi esausta di tutta quella assurda distanza.
C’era anche curiosità in chi mi stava attorno per le conseguenze di quell’avvicinarsi e la si sentiva trasudare tra gli abiti ancora ingombranti di una stagione mai iniziata e pur sempre a finire.
C’era tutto questo. È vero che c’era. Sono sicuro che c’era.
Io solo, non c’ero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...