Quote rosa – parte seconda

Pubblicato: 14 marzo 2014 in Palindromi

Sulla tolda dell’imbarcazione guardava lontano verso l’orizzonte. Erano giorni che non pioveva più ma di terra neanche a parlarne. Cibo ancora ne avevano, ma anche solo trovare un atollo per sgranchirsi un po’ le gambe sarebbe stato d’aiuto.
Poi un puntino, diventò macchiolina, poi ombra, poi figura, poi planando la colomba atterrò proprio davanti a lui depositando delicatamente un ramoscello d’ulivo sul pavimento.
Sì, pensò e urlando qualcosa alla ciurma dormiente iniziò a dare disposizioni.

Ci vollero tre giorni buoni per arrivare vicini all’atollo e qualche settimana prima che l’acqua iniziasse a ritirarsi. Dopo un mese buono la chiglia poggio delicatamente sulla terraferma, decretando la fine del viaggio.

I primi a lasciare l’arca furono i volatili, che oscurarono il cielo quasi. Poi pochi per volta leoni, zebre, conigli. E alci, mucche e cavalli. Gli insetti, le tarantole, le lontre e le zanzare che per quel giorno evitarono di ronzare nelle orecchie della famiglia Noè. Per ultimi una coppia di strani esseri si affacciò con noncuranza sulla terraferma. Il patriarca si avvicinò perplesso ed i due esseri, sentendosi osservati si strinsero l’un l’altro a cercare protezione.

«Jafet? E questi che sono?»

Il ragazzo scrutò la cartellette con le registrazioni, scorse con il dito, poi…

«Premier, un maschio ed una femmina di premier!» – disse tutto contento.
«E chi sarebbe la femmina dei due?»

Di nuovo Jafet guardò la cartelletta e sentenziò.

«Quello più bassino pa’»

Noè si avvicinò perplesso. Non che fosse un esperto zoofilo, ma a lui quelle faccette non convincevano.

«E così te saresti la femmina? Di premier! E che tipo d’animale è ‘sto premier?»

Dicendolo si avvicinò pericolosamente con la punta del bastone al basso ventre della bestiola, che preoccupata del colpo imminente sbiancò si colpo.
Il maschio vedendo quella scena iniziò ad urlare come un addannato.

«O signor Noè mi stia sereno suvvia, in fondo dopo un diluvio del genere si dovrà pure ricostituire un ordine mondiale. Io e il qui presente mio oppositore siamo pronti ad un bipolarismo asciutto!»
«Ma porca maiala naufraga! A parte che voi come umani qui non ci dovevate stare che se è venuto giù il finimondo è pure colpa vostra. Ok transeat! Ma si era rimasti che ci voleva un maschio ed una femmina e chi mi ritrovo? Ma che vi sembra che qui c’è da fare ancora la legge elettorale?»
«Ma cribio signor Noè non conosce la democrazia? Si è fatta una lista di due donne e due uomini e sfortunatamente per le gentili signore solo i primi due della lista cioè noi siamo stati eletti per ripopolare il mondo»

Noè li guardò male, poi fece un gestaccio e li scaraventò a calci fuori. Mentre si allontanavano soddisfatti si udì quello più basso chiedere all’altro.

«Ma hai visto le figliole di Noè? Pensi che siano minorenni?»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...