Poveri ma brutti – parte seconda

Pubblicato: 31 gennaio 2014 in Palindromi

Benvenuti nel nuovo mondo!
Come è andato il viaggio? Nel coma profondo delle capsule temporali, lo stato di ibernazione è stato molto ben mantenuto e così eccovi qui tutti sani e salvi. Contenti?
Nel giro di una decina di giorni, i nostri sistemi informatici, cercheranno di ricapitolarvi almeno una parte del secolo scorso. Così tanto per sapere come sono andate le cose.
Sicuramente ricorderete che il muro di Berlino è caduto ed il diritto alla felicità ha invaso il mondo. Finalmente il capitalismo, quello buono, ha vinto e viviamo in un mondo globalizzato! Che significa? Già vero voi avete dormito un bel po’. Allora, mettiamo che io costruisco lavatrici, e che nel paese x il costo del lavoro è di sette euro l’ora, io allora chiudo in Italia e apro nel paese x. Poi prendo le lavatrici e le porto in Italia e le vendo! Così ci guadagniamo tutti. Bello no?
Come dite? Che cosa fanno quelli in Italia? Ma che domande, altro! Bisogna evolversi, in questo mondo non si può essere legati al posto fisso, bisogna evolversi! Tipo lavorare con la rete, essere creativi. Ma voi non avete idea delle possibilità che ci sono ora. Io ad esempio ho lavorato sei mesi in un call center, poi visto che lo avevano portato in India, ho iniziato da McDonald, poi finalmente ho avuto un contratto a termine con il ministero delle attività produttive. Ma non mi piaceva molto non c’era mai niente da fare. Poi un mese alla Rinascente, tre giorni in un fioraio, quattro mesi in una industria di tacchi per scarpe cinesi, un corso europeo sui legami tra l’immortalità dell’anima e la vita sessuale delle salamandre, propedeutico ad uno stage in una industria di pillole del giorno dopo per giaguari. Purtroppo per me la bolla speculativa delle smacchiatorie esplosa nel 2016 portò al varo della super Imu. In pratica il governo per pagare i contributi a tutti noi disoccupati da più di vent’anni, decise di regalarci a nostra insaputa una casa. La sorpresa però fu sciupata dalla cartella SuperImu da 130 mila euro da pagare. A me era toccata una casa vicina al Colosseo molto grande, ma quando ho tentato di entrarci, sono stato assalito da un vecchietto che sosteneva che quella era la sua casa, anche se in effetti ancora non lo avevano informato, quindi io dovevo essere o un ladro o un assassino. Allora chiamai la polizia che mi arresto per violazione della privacy: il vecchietto non sapeva del suo domicilio in quella casa, ed il fatto che io lo avevo avvertito, senza il suo consenso, era contro la legge. Per fortuna mi misero in carcere, ma proprio mentre avevo ripreso un paio di chili tornando a mangiare, arrivò l’indulto e mi buttarono fuori. Stremato dormivo sotto i ponti della ferrovia insieme ad una coppia di ingegneri veneti ed un astofisico, che poi ho scoperto essere in corsa per il Nobel. Grazie alla banca, con la garanzia della casa, ottenni 10 mila euro di prestito e feci causa al vecchietto, che nel frattempo morì, ma ancora una volta a sua insaputa. Lui continuava a rispondere al telefono ed al citofono, ma quando veniva in aula nessuno lo vedeva data la sua forma ectoplasmatica. Così rimanda oggi, rimanda domani, il reato cadde in prescrizione, i parenti del vecchietto dopo tutti quegli anni, buttarono via il cadavere mummificato e grazie all’usucapione divennero i proprietari dell’immobile. Chiesi solo di vederla un attimo quella casa e di guardare il Colosseo da lì sopra. Era bellissimo specie da quando l’avevano ristrutturato per ospitare un centro commerciale obbligatorio.
Ovviamente quando ascolterete questa registrazione io sarò morto da un pezzo: la banca del prestito, visto che avevo perso la casa mi rivendette all’asta al programma di ibernazione per gli 85 ricchi della terra. Ho passato dieci anni come schiavo per il programma, ma non mi lamento, si mangiava, ogni due giorni, ma si mangiava. Due giorni fa finalmente ho raggiunto l’età pensionabile ed il governo mi ha inviato la lettera che mi preannuncia il trattamento di fine rapporto. Questa mattina il tizio del ministero è arrivato con la valigetta e proprio mentre sto registrando questo mio ultimo messaggio, con delicatezza lui me lo sta praticando.
L’anestetico dolcemente mi sta portando al sonno. A bloccare il cuore, a quanto pare, ci penserà un veleno, per fortuna gratuito.

Annunci
commenti
  1. tonyborghesi2005 ha detto:

    Semplicemente grandioso.
    Certo anche i precedenti non sono da meno ma questo è quello che mi ha divertito più di tutti. Hai espresso benissimo con l’humor che adoro la situazione attuale. Grande marco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...