Ventuno

Pubblicato: 19 dicembre 2013 in Delirii

Correva, correva.
Fuggiva, fuggiva.
Da cosa, era solo la sua mente a dirlo, ed era fuori e lo rincorreva.
Questo era il panico serio e inflessibile. Che tentava di ostracizzarne l’essere in quell’evento interno al sé. Estremo rappresentante del coma di tempi e direzioni.
E nel correre, il petto bruciava ogni volta che respirava singhiozzante attraversa la trachea. Non era possibile il fermarsi. Fuggiva. Da cosa? Da nulla fuggiva. Era questo il velo che lo separava dalla realtà, ma fuggiva. Da se stesso e vomitava parole, astio e paura su di sé o sul tempo che rimaneva fino all’ultimo incontrarsi con il prossimo scatenarsi del terrore bianco. Immotivato. Gelido sudario incognito non conosciuto ancora come sintomo o prodotto.
Stanco e stremato correva. Ancora e ancora. Il leviatano lo inseguiva. Inesistente come inesistente era il motivo della corsa. Del panico. Della resa. Del suo io inconsistente di ombra. Per cosa poi? Per la sua inadeguata presenza sulla scena? Pensavate davvero che non avesse sofferto per l’incapacità di rispondere sempre e comunque a tutto quanto. Alle domande adulte, alle questioni sagge. Al suo cadenzarsi inefficace sui terreni della giusta gestione delle cose. Aveva disordine nel suo vivacchiare, ma per dio aveva vita e sapore. Le aveva sì e si vedeva.
Ma ora, ora a chi possiamo rivolgere una invocazione quantomeno riparatrice? Forse un solo evento può salvarlo. E quindi aiutalo dio del mare. Aiutalo prima del tonfo, della catastrofe. Gira la fortuna in suo salvataggio. Ha il remo spezzato, la voce rauca e la mano sporca del suo sangue. Ha poca vita e poco vento anche per una vela strappata.
Aiutalo ora, non poi o dopo.
Ora e non domani.
Ora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...