Bufale… Billi – parte seconda

Pubblicato: 6 dicembre 2013 in Palindromi

Blitzer e Donner scalpitavano impazienti. Per loro renne era un giorno speciale. Si allenavano un anno intero per quelle ventiquattr’ore. Ed erano arrivate anche quest’anno al dunque.
Santa Claus però ritardava e loro guardavano pacifiche l’aurora boreale. Nonostante a Rovaniemi facesse un freddo boia, loro erano abituate a quel clima e così si beavano dei fantastici colori nel cielo.
Vixen si avvicinò preoccupata – “ma qualcuno ha idea che stiamo aspettando?”
Le due renne fecero no, scuotendo il capo e volsero il loro sguardo verso la casetta illuminata. Non era concesso agli animali di entrare in casa, nemmeno alle renne di Santa Claus, ma la situazione si faceva preoccupante. Anche un paio di elfi iniziarono ad uscire dalle loro casette, per capire che cosa stesse accadendo. Erano stanchi morti perché avevano dovuto fare in fretta per chiudere gli ultimi pacchi dono. Si interrogavano come gli animali, perché una cosa del genere non era accaduta mai! Uno di loro arrivò urlando qualcosa.
“Hanno chiamato dal NORAD, non vedono partire la slitta e non sanno che fare con il sito. Il tempo passa…”
Renne ed elfi si guardarono perplessi, poi Rudolph prese l’iniziativa e si diresse spedito, verso la porta. In un attimo fu dentro. La luce tremolante del camino acceso illuminava il piccolo ambiente. Su una poltrona di cuoio verde Santa Claus stava stravaccato, guardando il fuoco. Aveva un foglio in mano, poggiato sui calzoni rossi.
Rudolph si avvicinò in silenzio, poi con il muso carezzò la spalla dell’anziano omone, che appena sfiorato girò il viso stanco. Una lacrima scendeva sulla barba bianca. Guardò spento la piccola folla di elfi e renne che lo osservavano interrogativi.
“Sapete quanti pacchi alla fine bisogna consegnare?” – Claus attese qualche istante – “Uno! Uno capite?”
“Unoooo?” – ripeté il coro di astanti.
“Uno!” – Ripeté il Santa.
“E gli altri?” – fece Rudolph.
Il vecchio allungò il foglio giallo in mano. Era una lettera, scritta in calligrafia stentata da un bimbo italiano. Billi. Di quelle che si scrivono per Natale con il voglio questo, voglio quello. Rudolph lo guardò interrogativo, di quei fogli ne arrivavano migliaia. Che c’era di speciale in questo Billi.
“Non avevo detto nulla, speravo nelle mail, in whatsup. Ma questa di Billi è l’unica lettera. Per quest’anno.”
Claus estrasse dalla tasca un foglio spiegazzato con dei grafici.
“Intervistata la gente crede a tutto. Al riscaldamento con le candele da tè, agli alieni tra di noi, al nuovo ordine mondiale, al motore magnetico, alla ripresa, alla nipote di Mubarak, alle missioni umanitarie. Pensa contemporaneamente che i vaccini siano necessari e letali. A tutto! Solo Babbo Natale è riconosciuto come bufala mondiale. Se va bene mi è rimasto lo spot della Coca Cola nell’immaginario dei bambini. Vedono più efficace la lista desideri di Amazon.”
“E Billi?” – fece un elfo dal fondo della stanza.
“Billi!?” – Santa Claus riprese il foglio giallo e iniziò a leggere – “Caro Babbo Natale, mi chiamo Guglielmo, ma quì a Palermo tutti mi chiamano Billi. Quest’anno avevo in mente i seguenti regali”.
Il vecchio girò il foglio – “la lista ve la risparmio. E poi continua: Ma proprio ieri mi hanno detto che mio fratellone Luigi andrà via per studiare così avrà un futuro. Sono andato su Amazon e questo futuro non l’ho trovato. Ho provato a chiamare al Forum, ma dicono che anche loro non sanno che fare per me. Visto che mio padre dice sempre che il futuro lo hanno rubato i politici, sono andato dai carabinieri. Ma anche loro si sono messi a ridere. L’appuntato all’ingresso mi ha detto allora di chiedere a Babbo Natale. E così sono tornato di corsa a casa e ti ho scritto questa lettera. Puoi fare qualche cosa per favore? Io allo stadio a vedere il Palermo vorrei continuare ad andarci con lui. Ora smetto perché mi è venuto da piangere. Ci conto!”
Nella stanza non respirava più nessuno. Santa Claus alzò gli occhi un po’ lucidi per un attimo, poi li abbassò per leggere il finale.
“PS: non te la prendere, io l’elenco dei regali l’ho messo su Amazon. Qui altrimenti mi prendono in giro se dico che credo ancora a Babbo Natale. Un consiglio, se funziona questa cosa del futuro, buttati su questo campo. Tuo Billi”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...