14 chilometri o poco più: parte prima

Pubblicato: 1 ottobre 2013 in Palindromi
14 Km é la distanza minima tra l’Europa e l’Africa. Noi siamo nati in questa terra di nessuno. In questo spazio ostico tra due universi paralleli. Sospesi tra il nulla ed il niente. 
14 Km é una distanza siderale di mare. E se non sai nuotare, quei 5 metri sono un deserto invalicabile. Sabbia del deserto abbiamo lasciato dietro le nostre vite. Sabbia di morte abbiamo trovato 5 metri prima delle vostre vite.
14 Km sarebbero bastati per separarci dalle vostre guerre. Dal vostro odio che ci ha contaminato il sangue. Veterani di droga, rifiuti tossici e scorie nucleari. Sarebbe stato giusto portarli indietro con noi, sulla barca. Ma non avevamo posto, ammassati come bestie. Come i vostri dannati, ammassati in attesa dell’ultimo IPHONE. Ma più stanchi.
14 Km é lo spazio che la luce percorre, mentre le nostre anime lasciano l’acqua nostra madre. Dall’acqua siamo affiorati, milioni di anni fa con le branchie sporche di sale, ed all’acqua torniamo, con i polmoni stanchi di onde e di fiato. A schiaffi, spintoni, lacrime, urla. Mentre la luce del faro di Tarifa arriva a Tangeri. Mentre la donna somala piange il figlio, disintegrato sulla mina costruita dal ragazzo laureato precario in pausa mensa.
14 Km é la strada corsa dalle gambe ustionate del naufrago. Sul ciglio, sporco di sabbia, terra e gomma di pneumatico. Lo ha investito il destino in forma di auto. Lo ha calpestato la ruota. Il suo sangue sul battistrada usurato, finirà la sua corsa nel deserto del Kuwait, insieme ai resti del SUV dello scafista, prodotto in serie a Mirafiori. 
14 Km é un film fatto di grande fotografia ed attori reali. É la favola d’amore di tre fuggitivi neri. E finisce quasi bene, come tutte le favole. Con la guardia che per caso o per compassione gira la testa altrove. E come tutte le favole si arena, inadeguata, nell’acqua nera del mare che urla dolore, sui 13 corpi gonfi di speranza e salsedine, ordinatamente allineati sulla spiaggia di Sampieri.
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...